Automacenter offre aggiornamento sicurezza porte automatiche secondo nuova normativa EN 16005

15/02/2013

La norma EN 16005, che diverrà operativa dal 10 aprile 2013, si applica a tutte le nuove installazioni dopo tale data. Rafforza e sostituisce la normativa esistente relativa alla sicurezza nell’uso di porte automatiche per l’accesso di persone, nelle vie di fuga e per le porte automatiche antincendio.

Automacenter offre al cliente il proprio servizio per l’analisi di rischio della porta, per un’offerta di aggiornamento della sicurezza in conformità alla nuova normativa EN 16005, tramite l’integrazione o sostituzione con prodotti che rispettano la EN 16005.

La nuova normativa diventerà operativa dal 10/04/2013, in tutti i paesi membri del CEN: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e il Regno Unito.

Cosa implicano le nuove regole?
La nuova normativa rafforza e sostituisce la normativa esistente relativa alla sicurezza nell’uso di porte automatiche per l’accesso di persone, nelle vie di fuga e per le porte automatiche antincendio. Tornelli, porte scorrevoli e girevoli, porte a bilanciere e pieghevoli che si muovono orizzontalmente devono perciò d’ora in poi rispettare, oltre alle altre già esistenti normative, anche la EN 16005.

La norma EN 16005 si applica a tutte le nuove installazioni dopo il 10 aprile 2013. Le porte automatiche che sono installate prima che sia pubblicata la documentazione ufficiale del CEN il 10 ottobre 2012 non ricadono sotto la nuova normativa.

E’ importante sapere che la EN 16005 non è una sostituzione, ma un nuovo standard europeo. Le norme e normative nazionali, se in conflitto con la nuova normativa, devono essere perciò annullate e sostituite dalla EN 16005 entro il 10 aprile 2013.

Che cosa prevede?

  1. Le nuove installazioni devono essere pienamente conformi alla EN 16005
  2. Durante la fase di vendita delle nuove installazioni deve essere fatta un’analisi di rischio i cui risultati sono importanti per la realizzazione finale della(e) porta(e) automatica(che) ed accessori di sicurezza
  3. L’attivazione della porta deve essere fatta insieme all’utente della porta e quest’ultimo deve approvare tutte le funzioni della porta
  4. Insieme alla porta devono essere consegnati dei chiari manuali che, per quanto riguarda il contenuto, devono rispettare i dettagli descritti nella EN 16005
  5. La trasmissione e gli accessori devono essere provvisti del marchio e numero di modello, e ciò in relazione alla “tracciabilità” del fabbricante ed installatore
  6. Con la porta deve essere disponibile un elenco con le funzioni e prodotti di sicurezza. Questi ultimi devono essere descritti con chiarezza
  7. Deve essere effettuata una manutenzione regolare della porta, almeno una volta l’anno, e questa deve essere effettuata da una ditta di manutenzione autorizzata
  8. Le installazioni esistenti, durante la manutenzione autorizzata, devono essere accuratamente analizzate e, quando necessario, deve essere offerta al cliente un’analisi di rischio della porta, per l’aggiornamento della sicurezza alla EN 16005
 
Conseguenze concrete per i sensori di sicurezza
 

Una richiesta molto importante della EN 16005 è che i sensori di sicurezza e l’automatismo della porta siano in costante collegamento l’uno con l’altro, ciò viene ottenuto tramite un segnale di test che viene inviato dall’automatismo della porta al sensore dopodiché il sensore risponde al segnale di test. Il segnale di test viene inviato prima di ogni movimento di chiusura della porta.

 
Per info/contatti si prega di visitare il sito http://www.automacenter.it
 

Contattaci per informazioni e preventivi RICHIEDI PREVENTIVO GRATUITO

Hai bisogno di aiuto?